Home

 

L’IMMORALITÀ DEL RIDURRE IL CONSUMO DI ENERGIA

di Jay Hanson
traduzione di Carpanix

 

Moderatore: Sarebbe immorale fermare “l’ingordigia petrolifera”!

Da un punto di vista morale, contesto qualsiasi cosa riduca il consumo di energia. Fino a quando non ci sarà un riconoscimento ufficiale da parte dei governi e di ampia parte dell’opinione pubblica dei limiti fisici alla crescita, tutto ciò che riduce il consumo di energia (l’aumento dei prezzi, il risparmio, il riciclaggio, ecc.), condurrà alla fine ad una popolazione più numerosa, che consumerà un’ancora maggiore quantità di risorse, il che darà alla fine come risultato una maggiore quantità di sofferenza e morte umana.

La dirigenza politica ed economica attuale non ha ancora scoperto che la Terra è una sfera e, quindi, è fisicamente limitata. Data l’odierna degenerata dirigenza politica ed economica, l’unica scelta morale è consumare le nostre limitate riserva di risorse energetiche non rinnovabili quanto più velocemente ed inefficentemente possibile. Ogni altra filosogia genera semplicemente un’ancora maggiore tragedia tra il popolo.

Quanto più l’umanità eccede la capacità di carico (consumo e popolazione), tanto più danneggia il nostro sistema di supporto vitale e tanto più riduce PERMANENTEMENTE la capacità di carico dopo il crollo. Questo processo è chiamato “range compression”. Si veda SUSTAINABLE ENGINEERING: Resource Load Carrying Capacity and K-phase Technology, di Peter Hartley (1993), da FOCUS, Vol. 4, No. 2. ; archiviato su http://dieoff.com/page74.htm

Quando la natura sferica della Terra sarà riconosciuta dai governi e dall’opinione pubblica nella loro totalità, e quando questo riconoscimento sarà seguito da una realistica politica di limitazione della crescita — sotto tutti i suoi aspetti, inclusa la limitazione delle nascite — allora sosterrò la riduzione del consumo di energia.

 

Vedi l’intera pubblicazione di Elliott su http://dieoff.com/page121.htm

Jay — www.dieoff.com o www.dieoff.org
Traduzione di Carpanix
Versione originale in inglese: fai click qui.


[1] Duncan, et al, Dieoff.org
[2] Machiavelli; “Il principe”
[3] ABC News